Per il terzo anno consecutivo il Circolo “La Mischia” di Vernate invita tutti al concerto di musica classica con l’orchestra universitaria di Pavia “Camerata de’ Bardi” che quest’anno si svolgerà domenica 25 giugno allo splendido castello di Coazzano di Vernate, dove c’è nascosto uno straordinario e romantico mulino…

__________________________________________________

Comunicato Stampa – Giovedì 22 giugno 2017

__________________________________________________

Vernate (MI) – Il Circolo di cultura e politica “La Mischia” di Vernate per il terzo anno consecutivo è lieta di invitare tutti al concerto di musica classica dal titolo “Classica al Castello 2017 – Concerto Barocco“, con musiche di Georg Philipp Telemann e Antonio Vivaldi eseguite dall’orchestra universitaria di Pavia “Camerata de’ Bardi” (Collegio “Lorenzo Valla” – ISU Pavia) che avrà luogo domenica 25 giugno 2017 alle ore 20,45.

Quest’anno il concerto si terrà nel cortile dello splendido Castello di Coazzano di Vernate (MI) in via Marconi 15, uno dei gioielli monumentali del Parco Agricolo Sud Milano. L’iniziativa si è resa possibile grazie al patrocinio dello stesso Parco Agricolo Sud Milano insieme al Comune di Vernate e alla Città Metropolitana di Milano, con la collaborazione della “Protezione Civile – Gruppo Comunale Lacchiarella-Vernate” e il contributo dell’azienda Acqua & Sole.

Per non congestionare il piccolo borgo di Coazzano, tutti sono invitati a raggiungere il Castello a piedi o in bicicletta. Se è indispensabile usare l’automobile, si raccomanda il car-pooling. In caso di pioggia, il concerto sarà rinviato a data da destinarsi. L’evento è a ingresso libero.

“La Mischia” di Vernate – Circolo di cultura e politica – Sito internet: www.lamischiadivernate.org

IL CASTELLO DI COAZZANO

Si tratta di un edificio risalente alla prima metà del XIV Secolo (Trecento) d’impianto quadrangolare con cortile porticato e con loggiato aperto verso sud. Nucleo originario del complesso è la torre trecentesca, posta sul lato nord, la cui facciata è caratterizzata da un arco cieco a sesto acuto e dalle tracce del ponte levatoio, utilizzato per superare il fossato che circondava il castello.

Oggi l’accesso al bene avviene attraverso un ponte in pietra a due arcate. La facciata est presenta due finestre a sesto acuto con intonaco decorato. All’interno si conservano la scala in pietra, di collegamento tra i piani della torre, due camini in pietra lavorati e la copertura con capriate in legno. Fanno parte del complesso il mulino fortificato, un edificio ad L adibito a residenza dei contadini, con una sua corte agricola, un altro edificio ad L, ad uso stalla e fienile, ed una costruzione con tracce di affresco annessa alla residenza e infine i resti di una cappella intitolata al Crocifisso fatta erigere da Bianca di Savoia.

Fra le particolarità del Castello vi è la presenza di un suggestivo mulino sotto un arco a sesto acuto, tipico dello stile gotico europeo, determinato dall’intersezione di due archi di circonferenza con centri più o meno distanti e posti sul piano d’imposta. È chiamato anche arco ogivale per via della sagoma ad ogiva che si ottiene.

In allegato alcune immagini del Castello di Coazzano facilmente reperibili sul web, tratte dai siti “Lombardia Beni Culturali” http://www.lombardiabeniculturali.it/architetture/schede/MI100-07765 (da cui sono ricavate le informazioni sul Castello) e “Giusi Rabotti” – restauro parchi storici www.giusirabotti.it.

In allegato una galleria di immagini relativa alla notizia in oggetto.

* * *

Per contatti e segnalazioni:

Damiano NegriCell. 335 1457216 – E-mail: damiano.negri@gmail.com

Related Posts